Come preparare un annuncio? Parte 2

di Letizia

Le immagini presentano la vostra struttura ma è altrettanto importante creare un testo che presenti il vostro alloggio. La componente testuale è utile a fornire tutti i particolari e i servizi che potrebbero essere utili alla struttura. A seconda del portale su cui volete pubblicizzare la vostra struttura possiamo gestire il contenuto del nostro testo. Tuttavia alcuni dettagli sono fondamentali per qualsiasi piattaforma, OTA, social media. 

Il nome della struttura

La prima parte è sicuramente scegliere un nome adeguato ed originale, che rispecchi lo stile, la location o il vostro modus operandi. Anche dal titolo dell’inserzione si può evincere se la struttura è a conduzione familiare o no. Prima di scegliere il nome che pensate possa essere perfetto per la vostra struttura è bene fare una ricerca online. Sarebbe inconveniente ritrovare una struttura con lo stesso nome nelle vicinanze. Gli ospiti possono fare fatica a trovare le indicazioni per raggiungere la struttura nel caso in cui ci sia omonimia.

Essendomi occupata di un’agenzia che gestisce più di cento immobili nella stessa località non è stato difficile sperimentare come potesse essere confusionario avere due strutture a distanza di poche centinaia di metri che avevano solo una parte del nome uguale (scelto dal proprietario). Gli ospiti che ricercavano la struttura per trovare l’indirizzo andavano a finire sempre all’indirizzo sbagliato recandosi alla struttura con il nome simile che appariva prima sui portali di ricerca. 

Testo descrittivo

 Oltre al nome “commerciale” che apparirà online dovreste pensare una piccola descrizione che offra in anteprima la caratteristica peculiare della sistemazione. Il testo dovrà contenere informazioni su dove si trova, quanto è grande, o qualsiasi altra caratteristica che vi contraddistingua dal resto del mercato. Questo suggerimento è fondamentale nel caso di un annuncio su Airbnb o la descrizione della pagina Facebook. Dopo il titolo e una breve introduzione potrete comporre un testo che nel dettaglio funzioni come una visita virtuale del vostro alloggio. 

Il testo può essere scritto una sola volta e fungere da base per strutturare diversi testi adeguati ai vari contesti in cui vorreste pubblicare. 

Nel caso in cui si gestiscano diversi alloggi potremmo inserire anche altre informazioni interne. Tra i dettagli che non devono mancare vi sono l’indirizzo e le coordinate tipo piano e porta, eccetera (valido per chi gestisce diversi alloggi privati). Tutti i testi potranno essere preceduti anche da una numerazione progressiva degli immobili che vi aiuterà ad organizzare tutto il resto.

Informazioni utili

Il testo deve contenere il numero delle camere, la disposizione dei letti, particolari elettrodomestici in dotazione agli ospiti. Si può dare un quadro del contesto in cui sorge l’alloggio e la distanza dai maggiori punti di riferimento. è utile anche aggiungere quali servizi sono inclusi ed altri particolari che non tutti i portali permettono di mettere in risalto. Certamente vale la pena sottolineare se si trova in centro, o lontano dal centro abitato, se è possibile parcheggiare, se è adatto ai disabili, se gli animali sono ammessi, se il vostro alloggio può ospitare bambini e, qualora non lo fosse, sarebbe meglio specificare il motivo. A conclusione della presentazione sarebbe gradevole aggiungere due righe in cui sottolineate la vostra disponibilità in caso di bisogno o di domande particolari al check in e durante il soggiorno.

Più dettagli inserite meno domande lascerete ai potenziali ospiti che saranno a conoscenza sin da subito di punti forti e deboli della vostra casa. In sintesi è giusto valorizzare ma è meglio non esagerare con l’enfasi e mantenere un punto di vista oggettivo in modo da non lasciare spazio a brutte sorprese.  

Potrebbe piacerti anche